Sì alla fusione tra AT&T e Time Warner "senza condizioni"

da Repubblica.it > Economia — 12 giugno 2018 alle 23:23

Il Dipartimento di Giustizia americano aveva contestato l'operazione da 85,4 miliardi di dollari "perché contraria alla concorrenza". Ma il giudice federale sostiene ora che non è dimostrato il danno per i consumatori. È una sconfitta anche per il presidente Trump

Continua »

Redazione Repubblica.it

Scrivi un commento