Tav, Ue: "Avis primo passo, ne serviranno altri"  

da Adnkronos - Economia — 11 marzo 2019 alle 1:49

Il portavoce della Commissione europea per i Trasporti Brivio: "Se ci saranno ritardi ridurremo finanziamenti". Csc: "Rinuncia comporterebbe costi diretti, indiretti e danni immagine"  Continua »

Scrivi un commento