Il fondo sovrano cinese e il mistero del miliardo di euro «bruciato» in Lussemburgo

da Corriere.it - Economia — 11 maggio 2019 alle 7:18

Tra fine 2018 e 2019 il China Investment Corporation è costretto a coprire perdite per 300 milioni di una holding lussemburghese. Poi mezzo miliardo di dollari del capitale viene richiamato a Pechino. Le voci di una ritirata dal Granducato. La maxi svalutazione da 1,4 miliardi. Le miniere in Mongolia e la quota in Engie Continua »

Scrivi un commento