Braccio di ferro a Bruxelles per i fondi regionali Ue nel budget post 2020

da Corriere.it - Economia — 11 ottobre 2018 alle 9:24

Città e Regioni vogliono evitare la gestione centralizzata, preferita invece dalla Commissione Ue. Per i fondi 2014-2020 l’Italia rischia di non essere pronta alla verifica del 31 dicembre. L’ipotesi di ridurre il cofinanziamento nazionale: l’Italia così distoglierebbe 4 miliardi dai programmi regionali Continua »

Scrivi un commento