Borse frenate da petrolio e Bce. A Piazza Affari ko di Saipem e Campari

da Il Sole 24 ORE - Finanza e Mercati — 13 settembre 2018 alle 2:53

Il contenuto abbassamento delle stime di crescita dell'Eurozona da parte della Bce, che non toccherà i tassi di interesse fino alla prossima estate, e il rallentamento dell'inflazione statunitense (che ha favorito l'euro) non hanno impedito una seduta di generale tenuta per le Borse europee supportate anche dal riavvio dei colloqui Usa-Cina sui dazi e dalla mossa a sorpresa della Banca centrale turca. Ma il petrolio ha impedito i rialzi… Continua »

Scrivi un commento